Ischia. L’isola della bellezza

La dea Afrodite che sorge dalle acque

Ischia, l’isola della bellezza.

Ischia, come Afrodite, è sorta dalle acque.

Il suo incanto proviene da un tempo antichissimo in cui essa era vulcano, eruzioni, magma potente che scendeva al mare con tutta la sua energia. Quando poi i vulcani si sono spenti, l’isola ne ha ereditato la magia: terra fertile e profumata, acque sorgive, spiagge e montagna.

Più di tutto, Ischia è luogo di forti contrasti, di luci, di colori, di sapori. È una prospettiva unica sul Mediterraneo, un luogo dove il panorama incantevole è esaltato dall’energia che dalle profondità della terra riemerge, e pervade l’anima di chiunque la visita. Di strada in strada, profumi inaspettati accolgono il visitatore: quello delle piante di basilico ad ogni balcone, gli aromi dalle cucine, dove i sapori del mare e quelli della terra si incontrano sorprendendo il palato; ed ancora i profumi dei vigneti lungo i fianchi dell’isola, dove catturano il sole, per poi lasciarsi trasformare dalla magia che tramuta l’uva in un vino deciso e aromatico come la terra da cui nasce; gli odori e i colori delle pinete, degli ulivi antichi, dei giardini lussureggianti.  Da cui il nome di Isola Verde.

Ed esaltati da questo verde intenso, il blu del mare, l’azzurro del cielo ed il bianco dei muri intonacati riempiono gli occhi di coloro che li ammirano nel tepore delle acque termali, lasciandosi coccolare da mani sapienti che sciolgono tensioni, risvegliano energie sopite, fanno risplendere la bellezza del corpo, dei capelli, del viso.

Fortunato il turista che trascorre la sua giornata a Ischia, dove il sole e le spiagge lasciano il posto, la sera, a una brezza delicata e fresca che lo accompagna alla scoperta del glamour, nei luoghi, nelle strade e nelle boutique che hanno conosciuto la dolce la vita e sanno ancora raccontarne l’atmosfera.

E più fortunato ancora colui che, lasciandosi alle spalle questa terra meravigliosa, porta con sé il sogno di farvi ritorno appena possibile.