Le acque termali calde di Ischia

wide_2
coppa-di-nestore
La coppa di Nestore

Ischia, gioiello del golfo di Napoli, è un’isola tra le più belle del Mediterraneo. Fu la prima colonia della Magna Grecia in occidente.                    .

Gli antichi Greci furono i primi a colonizzarla e ad usare le sue sorgenti termominerali per le loro molteplici virtù curative. Il geografo Strabone, nella sua opera più celebre, già parlava dell’isola di Ischia e degli effetti curativi delle acque termali:oligominerali e sgorganti mediamente a 80°C.

Fu poi a Casamicciola Terme che i primi e prestigiosi centri termali sorsero nel ‘800 e dove le famiglie patrizie trascorrevano lunghe vacanze in stazioni termali sorte accanto alle ricche sorgenti di acqua calda.

La specificità delle acque termali di Casamicciola Terme dipende dalla natura dei sali e dei gas presenti, dal tipo di sostanze colloidali sospese, dal loro salutare potere radioattivo e dalla carica bio-attivatrice organica che possono contenere.

L’azione cutanea si manifesta sia con l’apporto di oligoelementi, sia attraverso un complesso di fattori dermoattivi che favoriscono la funzionalità biochimica, fisiochimica e fisioterapica in sinergia tra loro.

tiziano
Afrodite, dea della bellezza

Queste acque (solforate, magnesiache, iodiche, bromiche e calciche), per la ricchezza di elementi necessari alla pelle in esse contenuti, hanno effetti cosmetici e dermatologici positivi. La presenza dello zolfo conferisce all’acqua termale un’azione esfoliante, cheratoplastica e favorisce la rigenerazione degli strati superficiali della cute.